Blog: http://21marzo.ilcannocchiale.it

21 marzo in tutta Italia letti i nomi delle vittime delle mafie.

Da Caserta a Milano letti i nomi di oltre 700 vittime innocenti(prime ansa)

CAMORRA: RICORDO DI DON DIANA NEL SEGNO VITTIME DELLA MAFIA
CASERTA
(ANSA) - CASERTA, 21 MAR - Don Peppino Diana, il sacerdote ucciso il 19 marzo di 14 anni fa mentre, nel giorno del suo onomastico, si apprestava a celebrare la Messa, è stato ricordato oggi con una manifestazione a Villa di Briano, nel Casertano. L'iniziativa è stata organizzata dall'associazione Libera e dal comitato Don Diana. Nel corso della cerimonia sono stati anche letti e ricordati i nomi di tutte le vittime della mafia.(ANSA).


CRO:MAFIA
2008-03-21 13:21
MAFIA: LETTI A MILANO NOMI DI OLTRE 700 VITTIME
MILANO
(ANSA) - MILANO, 21 - I nomi di oltre 700 vittime della mafia sono stati letti stamani dai magistrati milanesi nell'ambito della manifestazione promossa anche a Palermo, Catania, Ferrara, Bari dall'associzione Libera, rete delle associzioni contro le mafie. Libera ha scelto come luogo per l'iniziativa a Milano l'atrio del primo piano al Palazzo di giustizia, dove c'e la stele che ricorda il sacrificio dei giudici Emilio Alessandrini e Guido Galli uccisi da Prima Linea tra la fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80.
Lorenzo Frigerio esponente di 'Liberà ha spiegato che il 21 aprile "rappresenta l'idea dell'inizio di una primavera di lotta contro la mafia". (ANSA).

MAFIA/ MILANO, GIUDICI LEGGONO I NOMI DI OLTRE 700 VITTIME
Iniziativa della rete di "Libera" in Tribunale Milano, 21 mar. (Apcom) - Livia Pomodoro, presidente del Tribunale di Milano, e altri suoi colleghi si danno il cambio nella lettura dei nomi di oltre 700 vittime di mafia. La manifestazione nell'arco della giornata si svolge anche a Palermo, Catania, Ferrara, Bari. A Milano è stato scelto come teatro dell'iniziativa organizzata da "Libera, rete delle associazioni contro le mafie" il palazzo di giustizia e all'interno un luogo significativo dove al primo piano nell'atrio c'è la stele che ricorda i giudici Emilio Alessandrini e Guido Galli uccisi da "Prima Linea" a cavallo tra gli anni '70 e '80. "Il 21 marzo è anche la data di un'idea primavera di riscossa contro le mafie" dice Lorenzo Frigerio di "Libera".

MAFIA, "LIBERA" COMMEMORA VITTIME A PALAZZO DI GIUSTIZIA
Sono più di settecento i nomi che risuonano nell'atrio del palazzo di Giustizia: Giuseppe, Francesco, Giovanni, tanti cognomi uguali che stanno ad indicare intere famiglie devastate dalla mafia e dall'illegalità. E un silenzio attento di tanta gente che ascolta le parole delle vittime e delle persone che hanno speso la vita per la lotta alla mafia. Si è tenuta stamani davanti alla stele in ricordo dei giudici Guido Galli ed Emilio Alessandrini la commemorazione delle vittime della mafia e dell'illegalità promossa dall'Associazione "Libera" in collaborazione con l'Associazione nazionale magistrati nell'ambito della tredicesima Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie. (omnimilano.it) (21 marzo 2008 ore 14:07)

Pubblicato il 26/3/2008 alle 11.46 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web